Registrazione della presentazione in streaming di sabato 14. nov 2020

prof. Scampi Renzo
prof. Vaiani Gianluigi

Open day – Liceo Linguistico

Presentazione

L’Istituto – esterni

L’Istituto – interni

Presentazione del Liceo Linguistico

Tecnologia e didattica

La Cappella dell’Istituto

Ogni anno, in occasione dei nostri Open Day, gli studenti approfondiscono alcuni argomenti che si trasformano in mostre e progetti aperti ai visitatori.

Dal momento che ormai da alcune settimane la didattica viene erogata a distanza, i nostri studenti si sono prodigati per trovare soluzioni innovative per presentare i loro lavori, che verranno caricati su questa pagina e sui social nei giorni che precedono l’open day.

Ecco i link per rimanere aggiornati.

Progetto Open Day 2020
Milano: una città internazionale attraverso i secoli

Visto il momento che impedisce di viaggiare liberamente, gli studenti del Liceo Linguistico propongono un percorso che ci porta ad apprezzare la spinta internazionale e multiculturale che la nostra città ha mostrato lungo la sua storia.

La Milano Celtica

Milano, si presume, sia stata fondata dai celti appartenenti alla cultura di Golasecca. Inizialmente si presentava come un piccolo villaggio che è andato ad ingrandirsi col tempo. Tito Livio scrisse che la fondazione avvenne intorno al 600 a.C. ad opera di Belloveso combattendo e sconfiggendo le popolazioni etrusche .


La Milano Romana

Alla scoperta dei luoghi “segreti” del passato romano della nostra città, che fu per un breve periodo anche capitale dell’Impero.


La Veneranda Fabbrica del Duomo

Nel luogo in cui sorge il duomo un tempo si trovavano l’antica cattedrale di Santa Maria Maggiore, cattedrale invernale, e la basilica di Santa Tecla, cattedrale estiva. Dopo il crollo del campanile (1386), l’arcivescovo Antonio de’ Saluzzi, sostenuto dalla popolazione, promosse la ricostruzione di una nuova e più grande cattedrale (12 maggio 1386), che sorgesse sul luogo del più antico cuore religioso della città.


La Milano Spagnola

Il Re di Francia Francesco I e l’Imperatore Carlo V reclamavano il ducato facendosi guerra. Quest’ultimo, rivendicandolo come feudo imperiale all’estinzione degli Sforza, ottenne il controllo del ducato e vi installò il figlio Filippo con diploma imperiale firmato a Bruxelles l’11 ottobre 1540 (reso pubblico nel 1554). Il possesso del ducato da parte di Filippo fu finalmente riconosciuto dal re Enrico II di Francia nel 1559, con la Pace di Cateau-Cambrésis. Il ducato di Milano rimase soggetto ai sovrani spagnoli sino all’inizio del XVIII secolo.


La Milano Austriaca

Un periodo di vivaci riforme iniziò intorno alla metà del XVIII secolo sotto il regno di Maria Teresa d’Austria (1740-1780) e proseguì con il regno di Giuseppe II d’Asburgo-Lorena (1780-1790). In questo periodo Milano riprese ad avere un ruolo primario sia sul piano culturale (sensibilità e contributi verso l’Illuminismo) che su quello economico.


Il Grand Tour

La V Linguistico tratterà del rapporto tra i letterati inglesi e Milano tramite il Grand Tour, il viaggio di istruzione che molti nobili inglesi facevano per completare la loro formazione. Estratti delle loro lettere ci parlano delle loro esperienze milanesi.

Contatta la segreteria